Gestione rifiuti

Usare il sistema DH15L significa essere dalla parte delle persone e dell’ambiente.

Facciamo qualcosa di concreto per tutti noi!
Preserviamo l’ambiente!
Il sistema DH15L permette di trattare il rifiuto domestico alimentare con semplicità e rispetto per l’ambiente. Inserendo i rifiuti nell’apposito vano di carico questi verranno polverizzati e sterilizzati, riducendo la massa introdotta del 90% ed eliminando del tutto i cattivi odori. La tecnologia sviluppata fa sì che il processo duri solo pochi minuti, a vantaggio del minor dispendio energetico.

Il progetto DH15L offre una serie di vantaggi operativi:

  • una drastica riduzione di volume dei rifiuti in ingresso che porta alla conseguente riduzione degli interventi operati dagli Enti per la loro raccolta, quindi una sensibile diminuzione di emissioni di gas in atmosfera e minor impatto sul traffico cittadino;
  • una riduzione del consumo di plastica, attraverso la compattazione e sterilizzazione operata dal DH15L vengono utilizzati fino al 90% di sacchi di plastica in meno poiché l’immondizia non necessita di essere gettata ogni giorno, grazie alle capienti vasche di raccolta;
  • il prodotto che esce dalla macchina rappresenta un ottimo materiale fertilizzante biologico grazie al fatto che il rifiuto è compattato (minor presenza di aria), privato di liquidi e sterilizzato.

Innovazione in chiave Green! Esa Research è dalla parte dell’ambiente
Fallo anche tu!

Tutte le sicurezze che cercavi:

  • sensore che evita il surriscaldamento del sistema;
  • sensore che evita il surriscaldamento ed il conseguente blocco dei motori;
  • sensore antimanomissione per gli sportelli carico;
  • sensore rilevamento presenza elementi metallici;
  • sensori livello vasche lavaggio e scarico;

Con noi un mondo "GREEN" pieno di vantaggi!

DH15L riduce il volume del rifiuto:
DH15L, grazie al suo innovativo sistema di triturazione, separazione ed essiccazione riesce a ridurre il volume dei rifiuti fino ad 1/10 della massa in ingresso. Il prodotto ottenuto è uno sfarinato completamente organico, sterilizzato ed inodore utilizzabile come fertilizzante biologico.
DH15L riduce il tempo di impiego:
10 minuti: questo è il tempo che occorre per fare un ciclo completo, il prodotto in uscita viene posto in un cassetto di raccolta che autosigilla il contenuto e può essere facilmente stoccato come fertilizzante oppure gettato in un secondo momento.
DH15L riduce il costo di esercizio:
costi ridotti e rispetto per l'ambiente assicurati grazie all’uso ridotto di sacchi-raccolta ed al minor dispendio energetico. Inoltre il sistema non utilizza additivi chimici od enzimi per la pulizia interna ma semplici saponi ecologici (es. sapone di Marsiglia).
DH15L aumenta i vantaggi:
tutti i tipi di alimenti possono essere trattati con la semplice pressione di un tasto. L’acqua di recupero, sterilizzata, viene utilizzata per la pulizia interna del sistema e poi scaricata dall’impianto idrico senza nuocere all’ambiente, grazie alla fase di sterilizzazione. Inoltre non dovete più buttare ogni giorno l’immondizia nel cassonetto grazie alle capienti vasche raccolta ed al processo di essiccazione che rende il prodotto sfarinato inodore! Aumentano i vantaggi, quindi fate del bene all’ambiente ed alle vostre tasche!

Il progetto EG2MC nasce con la finalità di trattare e trasformare i reflui zootecnici e le matrici organiche di origine agricola in un prodotto inodore, sterilizzato e a lento rilascio. Il processo di trasformazione avviene attraverso differenti fasi di lavorazione termomeccaniche che non prevedono l’utilizzo di alcun additivo chimico!

Questo processo permette di spezzare i legami interparticellari presenti nel materiale inattivando, contestualmente, gli agenti patogeni presenti. Il prodotto finale risulta essere inodore e sterilizzato, che preserva tutte le caratteristiche organolettiche dei fertilizzanti organici a lenta cessione. L’energia prodotta dalle varie fasi di lavorazione, viene trasformata, da apposito cogeneratore, ed utilizzata per la sostenibilità dello stes-so, in sinergia con le varie fonti di energia rinnovabile, caratterizzando così l’intero impianto come eco-sostenibile ed eco-compatibile. Il progetto, in linea con la direttiva comunitaria 91/676/CEE (Direttiva Nitrati), prevede l’azzeramento dell’inquinamento del suolo e delle falde acquifere, oltre ad abbattere l’inquinamento olfattivo e ridurre le spese di smaltimento e stoccaggio.

Nel panorama nazionale le aziende zootecniche hanno visto l’introduzione progressiva di una legislazione sempre più restrittiva in materia di direttiva nitrati che ha prodotto la successiva chiusura di molte realtà. Negli ultimi 3 anni le aziende sono diminuite del 33% minando seriamente il prodotto nazionale a vantaggio della zootecnia estera, che non deve sottostare alla stessa legislazione. L’adozione del nostro impianto consente di eliminare il problema dello smaltimento del refluo prodotto attraverso la sua lavorazione per un facile stoccaggio e con la possibilità di vendere il prodotto finale. In ambito di ricadute territoriali, la nuova tecnologia consente l’azzeramento dell’inquinamento del suolo e delle falde acquifere e l’abbattimento di quello olfattivo. Infine, dal punto di vista economico e dell’occupazione, il nostro impianto potrà rappresentare un’importante opportunità per il mercato del lavoro e per le aziende zootecniche una soluzione economica ai vari problemi.
Il progetto EG2MC è corredato da apposita domanda di brevetto presentata presso la Camera di Commercio di Perugia, Ufficio Brevetti e Marchi.

Waste Management